domenica, ottobre 15, 2006

riflessioni

se stai seriamente con una persona deve essere prima di tutto una tua amica. la tua migliore amica. devi confidarle i tuoi segreti, i tuoi malesseri, i tuoi problemi. anche quelli che nascono dal vostro rapporto. devi avere una memoria di ferro per ricordare cosa hai detto anni prima, che potrà essere usato contro di te al suo tribunale. devi far finta che i soldi ti facciano schifo, che tu voglia liberartene al più presto. se sei d'accordo con lei non ci fare troppo affidamento, può essere che non ti abbia ascoltato o che abbia accondisceso solo per compiacerti, o semplicemnte perchè non le andava di discutere, o semplicemente perché è raro che qualcuno cambi idea.
le idee sono come le mutande, ognuno le sue.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

non sono daccordo..anzi è più avvincente avere idee diverse sapersi confrontare, litigare, e tutte ste stronzate correlate.
non pensi? se conosci la tipa da anni, sai la conosci alla perfezione tutto..ma proprio tutto. e sai che trita minkia dopo un po' !
sapete tutto l'un dell'altro è una pizza.

Ramskilo ha detto...

può essere avvincente litigare, ma non se tutto il tempo e i soldi e la credibilità (nei confronti delle persone) che hai speso sono compromessi alla prima litigata un po' più importante...

questa cosa può essere vera se non condividi una casa con la tua dolce metà... o se sai che dopo la litigata torna il sole..

el Niño ha detto...

se le mie idee fossero come le mie mutande, nel mio cervello ci sarebbe uno schifo.

Marco ha detto...

L'ultima osservazione ha il suo perché!!! Comunque l'amicizia conuna persona non esclude, anzi include, il confronto tra idee diverse. Solo che è proprio quest'ultimo a mancare spesso. E un riferimento suggestivo per me è sempre stato "La strada" di Giorgio Gaber.

gabry ha detto...

ciao marco, a volte la quotidianità della vita ti leva la voglia di "combattere" per le proprie idee; ma se non si cerca di farsi capire da chi ci ama e capire chi ci ama, con chi lo facciamo?concordo sul fatto chesia difficile cambiare le idee ed è anzi un'illusione giovanile pensare " tanto cambierà" perchè così non avviene; però ci si deve plasmare l'uno sull'altro e dire sempre e comunque quando la si pensa in modo diverso:altrimenti non può funzionare, è finzione!La vita a due è fatta di reciproci compromessi:e la tua migliore amica o amico lo sa! ti parla una che è con la stessa persona da 25 anni....tanti è? grazie per la tua visita e commento al mio post.A presto

Marco ha detto...

Concordo pienamente con te, e ti ringrazio per il tuo notevole contributo.

Ramskilo ha detto...

anche io concordo, peccato che c'é chi alla prima difficoltà o discrepanza si arrende... ma forse è meglio così: una sorta di selezione naturale: chi è più debole si elimina da solo. per quanto riguarda en nino, immagino che nessuno ti apra il cervello... mentre invece...