giovedì, ottobre 26, 2006

Messaggio ai comunisti

"Ora che il tuo governo ha mandato I soldati in Libano, ora che stà per tagliarti le pensioni, ora che ti obbligherà a pagare con assegni, ora che ha liberato ladri, assassini e truffatori, ora che stabilirà per legge il periodo delle tue ferie, ora che aumenterà le tasse, ora che taglierà fondi ai comuni...ammettilo: inizi a sentirti un po' coglione?? Beh, qualcuno ti aveva avvertito...un saluto e fallo girare".
Penso che molti abbiano ricevuto (formato mail o sms... io che sono fortunato, pur non essendo "comunista", l'ho ricevuto più volte!) e letto questo messaggio. Per chi non avesse avuto "l'onore" di leggerlo, lo riporto. Non voglio entrare nel merito dei contenuti, non perché non sia utile farlo, ma perché credo sia fuorviante. Volevo fermarmi al tono propagandistico del "miseria, terrore e povertà". Il messaggio si conclude con la domanda retorica "Inizi a sentirti un po' coglione"... ma dovrebbe apprirsi con la parola "cretino". Chi ha scritto e diffuso questo messaggio è come se avesse dato ad ogni cittadino la patente di cretino. Voi gliel'avete chiesta??? Io no. Sinceramente, in un periodo così delicato dell'economia e della vita politica italiana, un messaggio del genere non aiuta il cittadino ad introdursi in un dibattito serio e avvertito. Priva il cittadino della possibilità di e degli strumenti per pensare, parlando al suo stomaco, questa penso sia la cosa più becera che si possa fare, e non riesco a definirlo nemmeno un esercizio retorico o una demagogia populistica, ma una porcheria mediatica, per far sì che il maiale si senta sempre più grasso, così da poterlo fare sempre più fesso. Per ultimo, direi che un messaggio del genere non vuole aprire gli occhi, o rivelare una verità. Vuole far sentire coglione chi ha votato, come se non contassero le idee e la passione, ma, soprattutto la coscienza civica, bensì soltanto il fumo, molto, di un arrosto che, in definitiva, sempre ammesso che esista, pochi han gustato e per gli altri è rimasto solo promesso.

8 commenti:

gabry ha detto...

sei acuto, messaggio proprio idiota...
Io penso che , visto che le cose non vanno esattamente bene, da qualche parte bisogna iniziare...è come ricostruire dopo una guerra, si faranno palazzi belli e palazza meno belli ma bisogna ricostruire ed eliminare le macerie....non è un lavoro semplice e richiede sacrifici da parte di chiunque abbia senso civico ed amore per se stesso e per il mondo in cui vive: di egoismo ce ne è stato fin troppo!!!!!un bacio dalla bella mammma.......( io devo ancora scoprire di marino e sono molto invidiosa di ramskilo se lo ha capito veramente...)

Ramskilo ha detto...

Dato che circolano certe pubblicità, allora io ve ne suggerisco una (anche se non la ritengo tale) di segno opposto: il dvd "Quando c'era Silvio"
Un film di: Beppe Cremagnani e Enrico Deaglio
Con la partecipazione di: Lella Costa
Musiche di: Carlo Boccadoro
Regia di: Ruben H. Oliva

Molto interessante, svela alcune mezze verità e segreti che Silvio ci nasconde.
Ad esempio che nel 93 quando è entrato in politica era sull'orlo del fallimento.
Ad esempio che nella sua tenuta ad Arcore esiste un mausoleo funebre nel quale l'enel ha installato un contratto elettrico spropositato per tenere accesi 4 lumini.
Ad esempio che aveva come stalliere un capomafia... e altre cosucce del genere. Tutto da vedere poi il diverbio (riportato quasi integralmente) con l'on. Schultz, per aprire degnamente il semestre di presidenza italiana al Parlamento europeo.
Vogliamo poi dire qualcosa di uno spezzone di un comizio leghista dove borghezio con un linguaggio da bettola fa i suoi apprezzamenti alla unione europea?

gabry ha detto...

bravo ramskilo...questo dvd è talmente surreale da sembrare irrealtà,,,ma purtroppo è realtà pura e ci abbiamo convissuto e (anche se sotto sotto) continuiamo ad avere tra i piedi il "povero signore di arcore".
La gente dovrebbe avere un pò più di amor proprio, altrimenti non avrebbe potuto credere alle fregnacce che ci ha propinato per anni....ciao ti apprezzo molto giovane in gamba(non è che mi dai un suggerimento per marino?)....

Ramskilo ha detto...

Non credo che marco sarebbe d'accordo.... comunque dico solo che bisogna scavare nel background musicale di marco.... che è come non dire niente! :)

ioss ha detto...

purtroppo ha liberato anche i GRANDI evasori fiscali.

Marco ha detto...

Purtroppo il senso civico latita, e un messaggio del genere, che è un vero "attentato" alla nostra dignità di cittadino (fosse divertente almeno!... ma ti si dà del coglione - termine paradigmatico del frasario di Arcore e dintorni), al posto di essere rigettato con la frase: "Io ho una testa con dentro delle idee, anche se non uguali a quelle di chi governa", viene fatto vessillo del qualunquismo politico del cittadino italiano frignone: il che è tutto dire!

Marco ha detto...

... Ah! Ioss hai ragione sui GRANDI evasori fiscali, e, se ti ricordi, tempi fa ha minacciato uno sciopero delle tasse: non gli sarebbe costato troppa fatica... non è che lui si ammazzi a pagarle... dacché, certamente, non le paga neanche tutte!

Esterichia ha detto...

Per me la cosa peggiore è che un messaggio del genere non invita i cittadini a partecipare alla vita del Paese: la democrazia dovrebbe presupporre che ognuno porti il proprio contributo. Invece la politica è diventata accusarsi a vicenda di incapacità, mentre i cittadini scoraggiati criticano soltanto (a ragione) l'una e l'altra parte, ma senza poi impegnarsi per farli cambiare.
Sono i nostri rappresentanti, li abbiamo eletti anche noi, se non ci va bene cosa fanno dobbiamo farglielo sapere, non mormorare mandando in giro messaggini, senza il coraggio di alzare la voce.

PS: sul signore di Arcore potete trovare un sacco di video semisconosciuti anche su Googlevideo, e potete anche leggere "Le mille balle blu" di Peter Gomez e Marco Travaglio.